Home » About me

About me

In piazza

Gianfranco Pasquino (1942), torinese, si é laureato in Scienza politica con Norberto Bobbio e specializzato in Politica Comparata con Giovanni Sartori.

Professore di Scienza politica nell’Università di Bologna dal 1 novembre 1969 al 31 ottobre 2012, è stato nominato Emerito nel 2014. Ha insegnato anche cinque anni (1970-1975) alla Facoltà di Scienze Politiche “Cesare Alfieri” di Firenze, alla School of Advanced International Studies di Washington, D.C., alla Harvard Summer School, alla Universitá di California, Los Angeles. E’ stato Fellow di ChristChurch e St Antony’s a Oxford ed é Life Fellow di Clare Hall, Cambridge. Attualmente insegna al Dickinson College, Bologna Program, ed é James Anderson Senior Adjunct Professor alla SAIS-Europe di Bologna.

Fra i fondatori della “Rivista Italiana di Scienza Politica”, ne è stato Redattore Capo per sette lunghi anni (1971-1977) e condirettore dal 2000 al 2003. E’ anche stato Direttore della rivista “il Mulino” dal 1980 al 1984. Attualmente dirige la rivista di cultura “451”.

Il suo primo libro, Modernizzazione e sviluppo politico, é stato pubblicato dal Mulino nel 1970. I suoi volumi più recenti sono Lettura della Costituzione italiana, Pearson-Mondadori 2011, Finale di partita. Tramonto di una repubblica (Egea-Unibocconi 2013) e Partiti, istituzioni, democrazie (Il Mulino 2014). E’ particolarmente orgoglioso di essere il condirettore, insieme a Norberto Bobbio e Nicola Matteucci del Dizionario di Politica (UTET 2004 3a) e di avervi scritto una trentina di voci, fra le quali “Governi socialdemocratici” e “Rivoluzione“. E’ co-curatore dello Oxford Handbook of Italian Politics (in preparazione).

Senatore della Sinistra Indipendente dal 1983 al 1992 e dei Progressisti dal 1994 al 1996, ha scritto alcuni interessanti disegni di legge: sull’indennitá dei parlamentari, sul sistema elettorale a doppio turno, sull’abolizione dei Senatori a vita, su un periodo di raffreddamento fra la carica di giudice costituzionale e altre cariche pubbliche. E’ anche autore del primo disegno di legge sulla regolamentazione del conflitto di interessi (15 maggio 1994).
Nel 2009 si é candidato a sindaco con la Lista “Cittadini per Bologna”. Non ha vinto, ma dalla sua molto istruttiva esperienza ha tratto il volumetto Quasi sindaco. Politica e società a Bologna 2008-2010 (Diabasis 2011). Qui puoi leggerlo e scaricarlo gratis.

Ha fatto parte della Commissione Bozzi sulle riforme istituzionali (novembre 1983-febbraio 1985) e insieme al Sen. Eliseo Milani ha scritto una “Relazione di minoranza”. Con il libro Restituire lo scettro al principe. Proposte di riforma istituzionale (Laterza 1985) ha vinto ex-aequo il Premio Fiuggi per la saggistica istituzionale. Tutto questo non é stato sufficiente per farlo considerare un esperto della Commissione nominata con criteri che gli sfuggono nel giugno 2013.

Ha ottenuto tre lauree onorarie: dalle Università di Buenos Aires e di La Plata e dall’Università Cattolica di Cordoba. Dal luglio 2005 é socio dell’Accademia dei Lincei. Dal luglio 2011 con sua grande soddisfazione fa parte del Consiglio Scientifico dell’Enciclopedia Italiana e dei due autorevoli Comitati che stanno preparando l’Enciclopedia Machiavelliana, per la quale ha scritto la voce “Profeti”, e un volume sul contributo italiano al Pensiero storico-politico, per il quale ha scritto l’articolo “Norberto Bobbio”.

Ha svolto intensa attività di pubblicista collaborando al “Sole 24 Ore”, all'”Europeo” e a “la Repubblica” (1985-1990). Attualmente é editorialista del Corriere di Bologna e dell’Agenzia Giornali Locali.


6 commenti

  1. […] maggiori possibilità di preservare la vita, è assolutamente il benvenuto”, ci dice Gianfranco Pasquino, politologo e accademico […]

  2. Michele Gambini ha detto:

    Pasquino, ho letto quello che ha scritto e lo apprezzo. Perdoni la pedanteria, ma, per favore, non scriva mai più “talk shows e tweets”: le parole inglesi importate nella nostra lingua sono invarianti. Un bar, due bar, un pub due pub…
    Sono un rompipalle, lo so, ma non resisto.

  3. Franca Gusmaroli ha detto:

    Caro Gianfranco,
    ho letto con molto interesse quanto scrivi sul Manifesto di Ventotene nel tuo libro “L’Europa in trenta lezioni” di prossima pubblicazione. Ho particolarmente apprezzato l’accento sull’attualità del documento e la concretezza dell’azione in esso auspicata. Troppo spesso infatti si parla sulla stampa italiana di Spinelli sognatore e visionario mentre tu spieghi autorevolmente che si tratta di un documento che incita all’azione. Quanto all’attualità del Manifesto oggi si parla finalmente di difesa europea ma rabbrividisco quando il generale Camporini e il ministro Pinotti ne parlano come qualcosa che si può già fare in ambito intergovernativo. Senza il controllo democratico all’interno di una federazione europea chi rappresenterà le mamme dei soldati europei che cadranno sul campo di battaglia?.
    In attesa di comperare il libro appena uscirà, ti ricordo con piacere e ti invio i miei migliori saluti.
    Franca Gusmaroli
    vice presidente centro regionale Lazio
    Movimento Federalista Europeo

  4. Hermes Cadimare ha detto:

    caro Gianfranco, siamo stati compagni di liceo al Cavour, ti seguo con grande simpatia da anni e quando compari in TV impongo a tutti il silenzio, conclamando e vantando la nostra comune matrice ‘cavourrina’ (poi millanto anche amicizia, ma non sono poi così lontano dal vero…).
    Soprattutto da anni non riesco a trovare un solo motivo di disaccordo con te sui temi politici e mi ha fatto enorme piacere riscontrare assoluta sintonia, ad esempio, sulle orrende riforme costituzionali fortunatamente bocciate il Dicembre scorso e contro le quali mi sono anche impegnato.
    Allora, mi piacerebbe incontrarti per un aperitivo o comunque per una chiacchierata; io vivo a Milano, quindi una scappata a Bologna non sarebbe certo una fatica improba! Dimmi tu se potrebbe farti piacere.

    Hermes Pierotti

    • gianfrancopasquino ha detto:

      Caro Hemes Pierotti,
      ti sei guadagnato una grande chance a Milano: lunedì 13 novembre alle 17.30 alla Libreria Claudiana, Via Francesco Sforza, 12, presenterò con Gherardo Colombo il libro “Patologia della corruzione parlamentare” di Piero Calamandrei (Edizioni di Storia e Letteratura). Arriverò uno ventina di minuti prima dell’evento. Dammi conferma. Con piacere.
      Gianfranco Pasquino

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: