Home » Uncategorized » È nelle librerie “La Costituzione in trenta lezioni” (UTET 2015)

È nelle librerie “La Costituzione in trenta lezioni” (UTET 2015)

“…un’analisi politologica e, ogniqualvolta possibile, comparata, dei presupposti, dei temi, delle istituzioni che hanno dato vita e corpo alla Costituzione italiana, dei problemi, molti, emersi nel corso dei suoi oramai quasi settant’anni di funzionamento e, laddove opportuno, di alcune delle proposte di riforma e della loro, spesso dubbia, opportunità.
Nessuna Costituzione può essere capita se non se ne conoscono le origini, storiche e politiche. Nessuna Costituzione può essere analizzata e interpretata se non la si collochi nel suo contesto politico. Infine, nessuna modifica di qualche valore e durata può essere introdotta con successo da chi non conosce e non comprende la dinamica delle forze (e delle debolezze) politiche. I miei studi sul sistema politico italiano mi sono serviti come essenziale base di conoscenze per illuminare gli articoli della Costituzione quando furono scritti e nel loro percorso in un sistema politico che si è trasformato profondamente, nell’alveo della Costituzione, ma anche nella sfida alla Costituzione e nei tentativi di riforma della Costituzione.” (Dalla Premessa di La Costituzione in trenta lezioni UTET 2015)

La Costituzione in trenta lezioni (UTET 2015)

La Costituzione in trenta lezioni (UTET 2015)

Sempre al centro del dibattito pubblico e oggetto di innumerevoli tentativi di riforma, più o meno fondati, la Costituzione italiana è soprattutto un testo di straordinaria attualità. È ciò che mostra Gianfranco Pasquino – uno dei grandi studiosi del nostro tempo – in queste trenta “lezioni” che sono altrettanti fulminei saggi sulle idee che hanno dato corpo e vita alla Costituzione, influenzando – tra intuizioni anticipatrici, chiaroscuri interpretativi e promesse disattese – la storia dell’Italia contemporanea. “Splendida sessantenne”, come la definiÌ un decennio fa Giorgio Napolitano, la Costituzione ha mostrato nel corso del tempo la capacitaÌ di adattarsi a contesti storici e politici diversi, sopravvivendo perfino al crollo del sistema dei partiti e rimanendo un punto di riferimento imprescindibile: che si parli di diritti civili o di conflitto di interessi, del ruolo del presidente della Repubblica o delle autonomie locali, di degenerazioni populiste, libertà di informazione o principi di solidarietà. Perfino del delicato problema della convivenza tra religioni diverse, che si fa sempre più acuto in Italia non solo a causa della crescita dell’Islam.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: